Abstract intervento al DBAABR – II tempo (18-19 settembre 2021)

Alessandra de Renzis

Gran Sasso Science Institute, Associazione Riabitare L’Italia

Resilienza adattativa in risposta agli shock: contrastare la combustione lenta dell’abbandono

La parola resilienza negli ultimi anni è diventata un termine alla moda, usata e spesso abusata, in ogni tipo di contesto: da quello naturale, a quello socio-economico, passando per la fisica, l’ingegneria, l’antropologia, ecc. Contro il fenomeno dell’abbandono molto spesso viene invocato da più parti il richiamo a forme di resilienza dei luoghi e dei cittadini che le abitano, o, come dice il Prof. Vito Teti, di restanza. La domanda che spesso non viene posta è cosa ci sia a monte dell’abbandono, se uno shock (un evento puntuale di natura esogena; ad esempio un terremoto) o piuttosto un fenomeno di “combustione lenta” (un evento cronico ed essenzialmente endogeno; ad esempio lo spopolamento). Ma accanto ad un’analisi della tipologia di disturbo, soprattutto nel caso di fenomeni di combustione lenta, occorre approfondirne anche le cause e, più in generale, come le politiche e le policy possono aiutare ad invertire queste tendenze.